Golfo del Morbihan

Questa baia incredibilmente bella è punteggiata da più di 40 minuscole isole pittoresche.

Questa baia incredibilmente bella è punteggiata di decine di minuscole isole che custodiscono un incredibile habitat per ogni genere di vita marina e di uccelli acquatici e da poco questo tratto di mare è stato dichiarato parco naturale regionale.

Queste 40 isole sono ognuna diversa: si passa dal semplice isolotto sabbioso abitato solo da uccelli a piccole realtà con minuscole comunità di pescatori, agricoltori e artisti.

Da vedere e da fare

  • Vi consigliamo di fare una crociera nella baia: ce ne sono di diversi tipi, da quelle che in mezza giornata vi faranno vedere le principali isole a quelle in sinagot (velieri equipaggiati), per rimanere a bordo per più di un giorno.
  • Île aux Moines è la più estesa isola della baia che un tempo ospitava comunità di monaci: da vedere il cerchio di pietre di Kergonan e i bellissimi boschetti dai nomi romantici come Bosco dei Sospiri, Bosco dell’Amore, Bosco dei Rimpianti.
  • Île d’Arz pur essendo la più piccola merita una visita per le bellissime spiagge e i sentieri per escursioni a piedi.
  • Gli appassionati di storia antica non possono perdersi Île de Gavrinis, su cui è conservato uno dei monumenti preistorici più importanti della regione, il Cairn de Gavrinis, davvero impressionante.
  • Un’altra attività che richiama tanti appassionati è il birdwatching per avvistare centinaia di specie rare di uccelli che sostano qui durante la migrazione.
  • Anche la penisola di Rhuys è un piccolo angolo di paradiso che si conclude a Port-Navalo con un promontorio romantico vigilato da un faro. Qui troverete una stupenda natura incontaminata come la Réserve de Duer, tante tombe preistoriche e lo Château de Suscinio, un meraviglioso castello medievale che sembra uscito da una favola con le sue torrette appintite e riccamente decorato con draghi, serpenti e creature mitologiche

Mappa